Diplomi Rilasciati

IL FITNESS IN ITALIA
…UN UNIVERSO CON POCHE REGOLE…

Il mondo del fitness in Italia si è sviluppato negli ultimi anni molto velocemente, creando quell’inevitabile confusione che caratterizza le attività che non hanno ancora una precisa identità professionale. I riferimenti normativi che tutelino l’utente sotto il profilo della salute e dell’incolumità sono scarsi e confusionari.

Allo stato attuale in Italia manca una disciplina organica nazionale della figura di istruttore di Fitness/Personal Trainer. Non esiste né un albo professionale cui debba essere iscritto chi eserciti tale attività né un particolare titolo abilitativo per poter esercitare.

Ferma l’auspicabilità di un intervento normativo nazionale che faccia chiarezza ed uniformi i requisiti di accesso all’attività di istruttore di fitness e Personal Trainer, alcune Regioni hanno cercato di tracciare, con leggi regionali e norme di attuazione, una linea coerente da seguire per tutti i centri fitness del distretto.

LEGGE REGIONALE  n. 8 del 11 maggio 2015

Disposizioni generali in materia di attività motoria e sportiva.

Art. 22

 

 Sicurezza nella pratica delle attività motorie e sportive

1. Le attività motorie e sportive non finalizzate all’agonismo, comportanti il pagamento di corrispettivi a qualsiasi titolo, anche sotto forma di quota associativa, si svolgono nelle palestre o in altri impianti sportivi aperti al pubblico, sulla base di programmi di attività predisposti, sotto la responsabilità di un operatore qualificato o, limitatamente alla disciplina di competenza, di un operatore di specifica disciplina sportiva, che ne supervisioni l’applicazione.

2. È operatore qualificato il soggetto in possesso di uno dei seguenti titoli:

  • a)   diploma universitario rilasciato dall’Istituto superiore di educazione fisica (ISEF), di cui alla legge 7 febbraio 1958, n. 88 “Provvedimenti per l’educazione fisica” o titolo equivalente nell’ambito dell’Unione europea;
  •  b)   laurea in Scienze motorie di durata almeno triennale di cui al decreto legislativo 8 maggio 1998, n. 178 “Trasformazione degli Istituti superiori di educazione fisica e istituzione di facoltà e di corsi di laurea e di diploma in scienze motorie, a norma dell’articolo 17, comma 115, della legge 15 maggio 1997, n. 127” e successive modificazioni;
  • c)   ogni altro titolo di studio equipollente conseguito all’estero e riconosciuto dallo Stato italiano.

3. È operatore di specifica disciplina sportiva il soggetto in possesso di abilitazione rilasciata, a livello nazionale, dalle federazioni sportive o dalle discipline sportive associate o dagli enti di promozione sportiva riconosciuti dal CONI.

4. Ai sensi di cui al comma 1 ed al fine dell’inizio dell’ attività, i titolari delle attività segnalano al comune, per le verifiche di competenza, il nominativo dell’operatore qualificato di cui al comma 2 o dell’operatore di specifica disciplina sportiva di cui al comma 3, attestando, con dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà, di aver acquisito certificazione del possesso dei titoli professionali previsti.

5. I titolari delle attività sono tenuti a segnalare al comune ogni variazione relativa all’operatore qualificato di cui al comma 2 o all’operatore di specifica disciplina sportiva di cui al comma 3.

6. Sono esclusi dall’ambito di applicazione del presente articolo:

  • a)   le attività per l’educazione fisica previste dai programmi scolastici del competente Ministero;
  • b)   le attività sportive agonistiche disciplinate da norme del CONI e del CIP;
  • c)   le attività motorie e sportive organizzate ad esclusivo scopo socio educativo e ricreativo, dai soggetti di cui all’articolo 10, comma 2, lettere a), c) ed f).

 

Per questo motivo Prospettiva Fitness è affiliata all’ASI (Associazioni Sportive Sociali Italiane), ente nazionale di promozione sportiva riconosciuto dal CONI e dal Ministero dell’Interno, che rilascia il Diploma e il Tesserino Tecnico Nazionale validi su tutto il Territorio Nazionale.

Tirocinio Formativo

Al Termine del Corso teorico il corsista frequenterà un tirocinio in uno dei Centri Fitness affiliati ASI.

Il corsista verrà affiancato ad uno degli Istruttori di Fitness Sportivo di 2 o 3° livello del Centro Fitness di riferimento per l’apprendimento pratico assistito delle varie materie trattate.

Imparerà a strutturare programmi di allenamento, ad approcciarsi con le giuste modalità ai soci, tesserati ed atleti che frequentano le attività di fitness sportivo ed a preparare diverse tipologie di programmi di allenamento.